La riforma del condominio ha modificato l’articolo 1138 del codice civile, ha aggiunto il comma “le norme del regolamento non possono vietare di possedere o detenere animali domestici”. Il legislatore ha stabilito che la detenzione degli animali domestici rientra nella libertà del proprietario di poter disporre e godere come crede del proprio immobile.  I giudici considerano il cane e il gatto (e gli altri animali domestici) come facenti parte del nucleo familiare. Il condominio non può, quindi, limitare i diritti dei condomini sulla loro proprietà.

L’unico caso in cui un condomino non può tenere un animale domestico è quando il divieto è di natura contrattuale, come accade nei contratti di locazione, visto che solo con il consenso di entrambe le parti è possibile limitare le facoltà del diritto di proprietà.

regolamente condominio - animali

 

Anche se nessuno può vietarti di tenere un animale domestico in casa, devi prestare lo stesso molta attenzione a far sì che rispetti le regole durante la convivenza con gli altri condomini, anche perchè vi sono casi in cui possono richiedere l’allontanamento dell’animale.

L’allontanamento dell’animale può essere chiesto per i seguenti motivi:

  • Disturbo della quiete pubblica. In caso di rumori molesti e/o odori sgradevoli provenienti dall’abitazione che provochino insofferenze, malessere, disturbi psichici-fisici provate e certificate da un medico.
  • Rischio igienico-sanitario. La scarsa igiene o la malattia devono essere documentate tramite personale tecnico o privato o pubblico (ASL).

Ecco invece 6 regole che devi seguire per un amichevole convivenza tra animali e condomini:

1. Usa sempre museruola e guinzaglio quando passi negli spazi comuni. Non tutti amano i cani, molte persone ne hanno paura, rispettali.
2.Non lasciarlo incustodito (nemmeno in balcone). Se lasci incustodito il tuo animale domestico si configura il reato di omessa custodia.
3. Raccogli sempre le feci. Ovunque tu sia, anche fuori dal condominio, questa regola vale sempre. Le feci vanno raccolte e smaltite correttamente.
4.Limitane i rumori. Se il cane abbaia in maniera continuativa e frequente può essere allontanato dal condominio. Per evitare che il cane abbai in casa portalo fuori più spesso.
5.Limitane gli odori. L’urina del cane (o del gatto) ha un odore sgradevole che si diffonde rapidamente, pulisci e disinfetta velocemente la zona interessata ed evita il ripetersi di questa circostanza.
6.Stipula una polizza assicurativa. Se il tuo animale rientra nella lista degli animali pericolosi, la legge ti impone di stipulare una polizza assicurativa per i danni o lesioni a persone, animali o cose. Visto che la responsabilità ricade sui padroni io ti consiglio comunque di stipulare la polizza anche se il tuo animale non rientra nella categoria “pericolosi”.

Chi maltratta gli animali domestici commette un reato

Nessun cittadino, anche se disturbato da un animale, può maltrattarlo o ucciderlo. E’ triste ammetterlo ma ancora oggi vi sono casi frequenti di avvelenamento di animali domestici, il più delle volte con il classico boccone avvelenato. Se vieni a conoscenza che qualcuno ha l’intenzione di nuocere ad un animale, puoi presentare denuncia per minaccia alla Polizia municipale, ai carabinieri o alla polizia di stato. Anche solo la detenzione di bocconi avvelenati configura un reato penale, con pene di reclusione che arrivano anche ai 2 anni.

Come proteggere il tuo animale domestico

Il consiglio che ti do è di non lasciare mai il tuo animale da solo negli spazi comuni, a maggior ragione in seguito a lamentele da parte dei condomini. Se hai sentore che qualcuno voglia maltrattare il tuo fedele amico o se addirittura hai subito delle minacce, sporgi denuncia alle autorità competente, vi sono pene molto severe per chi commette questi reati.

 

Buon Vento
Alessandro

Share Button