Detrazioni fiscali per interventi sulla casa: sono state confermate anche per il 2015 importanti agevolazioni. Eccole nel dettaglio

Riqualificazione energetica: detrazioni del 65%

Per quanto riguarda gli interventi di riqualificazione energetica, la legge 190 del 23 dicembre 2014, ovvero la Legge di stabilità 2015,  ha prorogato fino al 31 dicembre 2015 le detrazioni fiscali del 65% per i lavori sulle parti comuni dei condomini, nonchè per quelli che interessano tutte le unità di cui si compone il singolo condominio. La legge aggiunge inoltre due nuovi tipi di intervento per i quali è possibile beneficiare delle detrazioni:

  •  l’acquisto e la posa delle schermature solari, ovvero tende esterne, chiusure oscuranti, dispositivi di protezione solare in combinazione con vetrate, schermature in generale. La detrazione riguarda spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre di quest’anno e potrà avere un importo massimo di 60.000 euro;
  • l’acquisto e la posa di impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili, fino a una detrazione dell’importo massimo di 30.000 euro, sempre per spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015.

Per poter usufruire della detrazione fiscale è però necessario che gli interventi riguardino edifici, o parti di edifici, già esistenti: non è quindi applicabile alle spese sostenute nel corso della costruzione dell’immobile.

Si prevedono, in generale, diversi misure per limitare i consumi energetici: il Dlgs 102/2014 approvato l’anno scorso ha infatti previsto interventi di riqualificazione energetica sugli immobili della Pubblica Amministrazione centrale, che dovranno attuarsi dal 2014 al 2020; e stabilito che le aziende energivore dovranno eseguire entro il 5 dicembre di quest’anno – e in seguito ogni 4 anni – diagnosi energetiche tramite soggetti certificati.

Ristrutturazioni: detrazioni del 50%

Altro tipo di detrazioni fiscali confermate e prorogate dalla Legge di stabilità 2015 sono quelle relative agli interventi di ristrutturazione degli edifici: fino al 31 dicembre 2015 si potrà infatti usufruire della detrazione del 50%, fino a un importo di 96.000 euro, per ogni unità immobiliare. La detrazione ammonta invece al 65% se i lavori sono effettuati per il miglioramento o l’adeguamento antisismico e per la messa in sicurezza  di edifici, adibiti ad abitazione principale o sede di attività produttive, che si trovano in zone sismiche molto pericolose.

Elettrodomestici e mobili: detrazioni del 50%

E’ possibile infine beneficiare di detrazioni fiscali del 50% per l’acquisto di mobili o grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), sempre in caso di ristrutturazione e sempre per spese sostenute fino al 31 dicembre 2015, per un valore massimo di 10.000 euro indipendentemente dall’importo delle spese dei lavori.

Share Button