Il Certificato di Agibilità o Abitabilità è il documento che attesta la sussistenza delle condizioni di sicurezza, igiene, risparmio energetico degli edifici e degli impianti negli stessi installati, valutate secondo quanto dispone la normativa vigente.

 

Il certificato quindi attesta che siano rispettati tutti i requisiti di legge necessari per garantire a chi utilizza l’immobile di viverlo in sicurezza e in comfort.
Il Certificato di Agibilità in base a quanto previsto dal D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia viene rilasciato dal dirigente o responsabile dell’ufficio comunale di competenza.
Per tutti i casi di cui all’articolo 24 del D.p.r. n.380/2001 smi, il certificato di agibilità è rilasciato per l’intero edificio (fabbricato, capannone industriale) e non per parti o singole unità immobiliari (appartamenti, negozi, depositi) di edifici esistenti.
Il certificato è obbligatorio per le nuove costruzioni, le ricostruzioni o sopraelevazioni, totali o parziali e gli interventi sugli edifici esistenti che possano influire sulle condizioni degli edifici stessi.

A che serve?

Il certificato di agibilità è obbligatorio per vendere, acquistare o affittare un immobile.

Il certificato di agibilità è inoltre obbligatorio per:

  • vivere all’interno di un’abitazione, fini residenziali.
  • esercitare una qualsiasi attività, fini commerciali.

Nelle costruzioni edificate prima del 1934 non occorre il certificato di agibilità, praticamente non è obbligatorio se costruite prima dell’entrata in vigore del RD n.1265/34 smi che inserisce l’obbligo di richiederlo.

Rilascio certificato agibilità per un immobile nel comune di Palermo:

Il certificato di Agibilità obbligatorio per tutti gli edifici deve essere richiesto agli uffici competenti del Comune di Palermo presentando specifica documentazione e modulo di domanda compilata con tutti i dati dell’immobile, dei proprietari (e eventuali comproprietari), della società di leasing o del Condominio.

Sul sito del comune è possibile scaricare il modulo di domanda per il rilascio del certificato di agibilità.

Alla domanda va allegata la seguente documentazione necessaria per richiedere il rilascio del certificato di agibilità:

  • Dichiarazione di conformità, resa da tecnico abilitato, ai sensi dell’art. 4 del DPR 425/94.
  • Documentazione attestante l’avvenuta iscrizione al catasto dell’immobile.
  • Copia di certificato di collaudo statico e di conformità delle strutture rilasciato dal genio civile.
  • Dichiarazione di conformità degli impianti installati ai sensi della legge 46/90, corredati dagli allegati obbligatori.
  • Dichiarazione sotto forma di perizia giurata, redatta da tecnico abilitato, come previsto dall’art 11 del DM. n. 236 del 14.06.89 relativa al superamento ed eliminazione barriere architettoniche.
  • Certificato collaudo ascensore (se presente)
  • Copia pagamento oneri di urbanizzazione e contributo del costo di costruzione se effettuati in forma rateizzata.
  • Richiesta attribuzione numero civico (se nuova costruzione).
  • Atto di provenienza nel caso in cui il richiedente del Certificato di Agibilità è diverso dal titolare del permesso di costruire, se trattasi di società di leasing allegare anche il contratto di Leasing.
  • Fotocopia di un Documento in corso di validità del dichiarante.
  • Attestazione di pagamento dei diritti di segreteria.
  • Perizia Giurata del tecnico incaricato oltre tre copie della stessa.
  • Domanda in Bollo oltre tre copie della stessa.

Attenzione: nell’istanza di certificato agibilità è necessario elencare tutti gli estremi autorizzativi (Autorizzazioni, Concessioni Edilizie, Permessi di Costruire, D.I.A., SCIA edilizia) necessari al reperimento da parte dell’ufficio dei fascicoli corrispondenti al fabbricato oggetto della richiesta.

Quanto costa?

Il costo per il rilascio del Certificato di agibilità è determinato dal prezzo di due marche da bollo (una per la domanda e una per il ritiro dell’Agibilità, entrambe di 16 €e dell’importo dei diritti di segreteria (per ogni singola unità immobiliare). Il costo dei diritti di segreteria per uso residenziale variano a seconda dal comune di riferimento, pertanto, ogni Comune applica un costo in base a delle Tabelle di riferimento.

  • Costo medio 40,00 € ;
  • Diritti di segreteria per attività produttive pari a € 150;
  • 2 marche da bollo da € 16,00.

I diritti di segreteria possono essere pagati tramite il bollettino di c/c postale predisposto dall’Ufficio.

Tempi rilascio e silenzio-assenso

Dalla data di presentazione della domanda di rilascio del Certificato di Agibilità entro 10 giorni viene comunicato al richiedente il nominativo del responsabile del procedimento. Entro 30 giorni viene rilasciato il certificato di agibilità.

Trascorsi i 30 giorni, senza che sia pervenuta risposta da parte del comune, con il c.d. Silenzio – Assenso, l’agibilità si intende attestata sempre  sia stato rilasciato il parere dell’ASL. Nel caso in cui il richiedente si sia avvalso della possibilità di sostituire il parere dell’ASL con l’autocertificazione, il termine per la formazione del silenzio assenso è di 60 giorni.

Quando è obbligatorio modificare l’agibilità già esistente?

I cittadini sono obbligati a richiedere l’aggiornamento del certificato di agibilità, presentando una nuova domanda di rilascio certificazione al comune, se sull’immobile sono avvenuti lavori o cambiamenti che ne hanno modificato le condizioni di sicurezza, igiene, salubrità.

La domanda di modifica certificato di agibilità deve essere presentata nei seguenti casi:

  • aumento e/o diminuzione del numero dei vani
  • accorpamento o frazionamento di Unità Immobiliari
  • cambi di destinazione d’uso
  • ricostruzione o demolizione
  • modifica di numeri civici

cioè quando sull’immobile sono avvenuti lavori che influenzano le condizioni di sicurezza, salubrità ed igiene.

Sanzioni per omessa presentazione domanda agibilità

La domanda di rilascio del Certificato di Agibilità deve essere presentata entro 15 giorni dall’ultimazione dei lavori, la mancata presentazione della domanda comporta delle sanzioni che variano in base ai giorni intercorsi dal fine lavori all’effettiva richiesta:

  • tra il 16° al 30° giorno dal fine lavori la sanzione è di € 77,00
  • tra 31° al 60° giorno dal fine lavori la sanzione è di € 232,00
  • dopo il 61° giorno dal fine dei lavori la sanzione raggiunge il suo massimo pari ad € 464,00

La sanzione amministrativa pecuniaria prevista dagli artt. 24 e 25 del D.P.R. n. 380/2001 viene notificata successivamente alla presentazione della domanda di rilascio dell’agibilità.

Certificato di agibilità  in una compravendita

La compravendita di un immobile (appartamento, negozio o altro)  privo dell’agibilità non è irregolare, ma qualora il venditore abbia dichiarato l’agibilità può essere motivo di risoluzione del contratto. L’importante è che l’acquirente ne sia a conoscenze già dalla stipula del preliminare.

Differenza tra Abitabilità e agibilità: novità

In passato, l’abitabilità e l’agibilità erano due certificazioni diverse, le nuove disposizioni hanno soppresso l’abitabilità facendola confluire nel certificato di agibilità.

Il Governo Monti ha inoltre aggiunto la possibilità di richiedere l’agibilità anche per le singole unità immobiliare. Viene in pratica ufficializzato il c.d. certificato di Agibilità Parziale, prevedendo che questo sia possibile solo a patto che le unità immobiliari abbiano due requisiti:

  1. le porzioni o unità devono essere strutturalmente e funzionalmente autonome
  2. le stesse devono essere dotate delle relative opere di urbanizzazione primaria

Se devi richiedere il certificato di agibilità per un tuo immobile a Palermo contattaci, casarapido ti metterà in contatto con tecnici qualificati che ti aiuteranno ad ottenere il tuo certificato rapidamente.

 

Buon Vento
Alessandro

Share Button