Se sei fortunato il tuo inquilino ti aiuterà nel processo di vendita, ma purtroppo nella maggior parte dei casi non è così. Ecco come muoverti.

Negli ultimi anni molti proprietari di case, non riuscendo a venderle, sono stati “costretti” ad affittarle (evitando così che sia solo un costo). Questi proprietari, vista la leggera ripresa degli ultimi mesi in molte zone del paese, stanno valutando la possibilità di rimettere in vendita la propria casa, ma questa volta cercheranno di vendere una casa occupata.

Un inquilino è sicuramente un ostacolo nel processo di vendita, sia per la non immediata disponibilità dell’immobile sia perché potrebbe non collaborare per gli appuntamenti di vendita. Se vuoi mettere in vendita un immobile locato il consiglio che ti do è di pianificarlo con largo anticipo e di comunicarlo apertamente e con massima chiarezza all’inquilino. Il suo comportamento influenzerà l’operazione, ed in alcuni casi è meglio rimandarla.

Sicuramente ti consiglio di rimandare la vendita nel caso in cui l’inquilino non ha intenzione di lasciare l’immobile e mancano ancora più di 10 mesi alla scadenza del contratto. Mettere in vendita un immobile in queste condizioni comprometterà sicuramente il risultato, anche perché riduci fortemente il bacino di potenziali acquirenti che cercano casa per andarci a vivere e ti limiterai solo a quelli che cercano per investimento, minore è il numero di potenziali acquirenti minori saranno le probabilità di riuscire a vendere l’immobile e sicuramente minore sarà il prezzo di vendita.

Per questi motivi il primo consiglio che ti do è: attendi che il contratto di locazione stia per scadere. Una volta seguito questo consiglio ti ritroverai due opzioni:

 

Opzione 1: Aspettare che l’inquilino lasci l’immobile

Sicuramente la scelta migliore. Una volta che l’inquilino è andato via, segui la regola delle 6 R per presentare al meglio l’immobile e vendilo vacante.

A maggior ragione se hai un inquilino “difficile”, un inquilino infelice del fatto che la “sua casa” sia in vendita. Potrebbe non collaborare per farti fare gli appuntamenti di vendita, o addirittura lasciare la casa in disordine per renderla meno attraente. Il risultato sarebbe un sicuro insuccesso.

L’aspetto negativo è che la vendita di una casa vacante non è l’ideale per le finanze del venditore. Potrebbero passare mesi dal momento in cui la casa viene messa in vendita fino a quando è effettivamente venduta, mesi nei quali il proprietario non percepisce l’affitto. Questo potrebbe essere un problema, basti pensare ai casi in cui vi è una rata del mutuo da pagare. Ecco perché potrebbe essere necessario mettere in vendita la casa prima che l’inquilino vada via.

 

Opzione 2: Vendere con l’inquilino ancora dentro casa

Se hai un buon rapporto con l’inquilino potrebbe essere addirittura utile durante il processo di vendita. Una casa pulita, in ordine e arredata con gusto potrebbe dare ai potenziali acquirenti una sensazione migliore su come sarebbe vivere lì.

Fai del tuo meglio per collaborare con l’inquilino. La maggior parte degli inquilini, dopo aver sentito le intenzioni di vendita da parte del proprietario, iniziano subito a cercare un nuovo posto dove andare a vivere, preferiscono andare a vivere in un altra casa che perdere tempo con i tuoi appuntamenti di vendita. Devi cercare di convincerli a rimanere più tempo possibile, preferibilmente fino al momento della vendita.

Un incentivo per convincerli a collaborare con te e rimanere all’interno della casa più a lungo possibile potrebbe essere quello di abbassargli il canone di locazione (sempre meglio che nulla), oppure contribuire a pagare i loro costi di trasloco.

Una collaborazione con l’inquilino vi aiuterà sicuramente a vendere la casa rapidamente.

 

L’importanza della comunicazione

Se hai un inquilino difficile e sospetti che non sarà cooperativo, lascia che il contratto scadi (o dagli un incentivo per andare via). Ma se invece hai un buon rapporto il tuo inquilino, collabora con lui.

Nessun inquilino vuole essere sorpreso con poco preavviso, comunicagli la tua decisione con largo anticipo. E ricordati che alle volte, più che il messaggio stesso, conta il modo in cui il messaggio viene comunicato.

 

Anche per i rapporti con l’inquilino sarebbe sicuramente utile affidarti ad un professionista che curi il processo di vendita a 360 gradi. Se vuoi mettere in vendita la tua casa, contattami per una consulenza gratuita e senza impegno.

Buon Vento
Alessandro

Share Button