Il nuovo applicativo dell’Agenzia delle Entrate che rende più semplice e veloce la registrazione telematica dei contratti di locazione

Modello RLI Agenzia delle EntrateL’Agenzia dell’entrate, in collaborazione con SOGEI, ha presentato il nuovo modello RLI (Registrazioni Locali Immobiliari) che é operativo dal 3 febbraio 2014.

Da qualche anno è già possibile registrare i contratti di locazioni online con l’applicativo IRIS per contratti con persone fisiche, ed un altro modello specifico per quei contraenti che abbiano espresso l’opzione della cedolare secca (Applicativo SIRIA). Per gli immobili strumentali o contratti con persone giuridiche si utilizza un terzo software denominato Contratti di Locazione.

Il nuovo modello RLI sostituirà tutti i suddetti modelli oltre che il mod. 69 cartaceo e permetterà quindi di registrare qualsiasi tipologia contrattuale con qualsiasi tipo di contraente. È previsto, comunque, un periodo transitorio fino al 31 marzo, in cui sarà ancora possibile utilizzare il modello cartaceo.

Tra le tante novità in questo modello sarà possibile:

  • allegare una copia del testo contrattuale
  • versare online le imposte connesse alla registrazione con addebito sul conto corrente del contribuente o dell’intermediario, secondo le ordinarie regole previste per il modello F24.

Semplice e veloce

La difficoltà riscontrate nel passato erano dettate dal fatto che l’utilizzo di modelli standard, rallentavano in parte la registrazione dei contratti. Per queste ragioni, l’Agenzia ha illustrato tutte le novità del software per la registrazione dei contratti e il calcolo e le modalità di pagamento delle imposte, che appaiono più semplici rispetto al passato.

Sarà quindi possibile, direttamente o tramite un intermediario abilitato, registrare il contratto e allegare la relativa documentazione direttamente via internet.

Share Button